La respirazione, la funzione che “ci da la vita”

La respirazione, la funzione che “ci da la vita”

Devo ricordare a me stessa di respirare, devo quasi ricordare al mio cuore di battere!
-Emily Brontë-

In molte culture, il processo di respirazione è considerato come un atto involontario in apparenza, che garantisce la nostra sopravvivenza e a cui prestiamo poca attenzione. In questo processo ritmico di espansione e contrazione, la respirazione rappresenta anche la polarità costante che vediamo in natura, come la notte e il giorno, la veglia e il sonno, la calma e la tempesta, la primavera e l’inverno, l’odio e l’AMORE.
È un ciclo che ha le sue regole e i suoi tempi, la sua melodia interiore e incredibili benefici se viene fatta correttamente.
La maggior parte di noi respira rapidamente e in maniera molto superficiale, non sfruttando appieno la capacità dei polmoni. In condizioni normali, respiriamo 17-18 volte al minuto, tuttavia, in caso di ansia o stress, la frequenza respiratoria aumenta, arrivando anche a 30 respiri.
Vi sottolineo che non abbiamo un numero di anni da vivere, ma abbiamo un numero di respiri da vivere! Respirare a “fondo” e in maniera controllata ha molteplici benefici, regola diversi processi e fornisce una via d’uscita a molte emozioni negative che invadono la vita di tutti i giorni.

C’è un dato molto interessante che merita una riflessione: la respirazione è una delle poche funzioni corporee che facciamo sia volontariamente sia involontariamente. È un ottimo modo per controllare il corpo in maniera intelligente e migliorare, così, la qualità di vita. Una respirazione volontaria e consapevole può influenzare il modo in cui respiriamo in automatico; in questo modo, miglioriamo la pressione sanguigna, il ritmo cardiaco, la circolazione, la digestione e molte altre funzioni corporee.

Ora, è possibile che molti di voi si chiedano se esistono prove scientifiche dei benefici della respirazione profonda, come si crede in molte culture orientali.
C’è da dire che diversi studi, come quello pubblicato sulla rivista scientifica Harvard Health, confermano che il nostro corpo trae beneficio da una respirazione lenta. Si è giunti alla conclusione che il tipo di respirazione più utile in questo senso è quella diaframmatica: si inspira aria profondamente, lasciandola entrare nel naso e riempire completamente i polmoni, sollevando la parte bassa dell’addome. Diverse volte nella vita ci siamo sentiti dire “Non è niente, fai un respiro profondo”. È come un sortilegio, una parola magica che una volta detta e messa in pratica, genera benessere in tutto il corpo, un sollievo quasi immediato che riesce a calmare l’organismo e a riorganizzare la mente. Questa strategia garantirebbe molti più benefici se ci abituassimo a metterla in pratica tutti i giorni, in modo da farla diventare un’abitudine.

La spirulina aumenta la risposta dell’interferone di tipo 1 del corpo per aiutare a combattere le infezioni virali, così come è stato pubblicato sul nuovo studio “Progress in Cardiovascular Disease” di quest’anno. Sebbene nessuna sostanza si è ancora dimostrata utile nel prevenire le infezioni, molti nuovi studi e ricerche stanno emergendo dal mondo dei nutraceutici. In effetti, il titolo di questo studio è: “I nutraceutici hanno il potenziale per aumentare la risposta immunitaria.
Gli autori dello studio spiegano il meccanismo con cui un componente della spirulina chiamato ficociananoina (PCB) imita la bilirubina, permettendole di “imitare l’attività di inibizione dell’ossidasi NAPDH”, il che significa che blocca un meccanismo fisiologico chiave utilizzato dal RNA virale per replicarsi nel corpo umano.

Conclusione
Tutte queste prove confermano l’efficacia dell’acido ascorbico e della spirulina contro le infezioni virali.

Ecco alcuni cambiamenti che possiamo notare:
• Migliora il metabolismo cellulare del corpo.
• Permette di gestire meglio lo stress e l’ansia.
• Dormiamo meglio.
• La digestione è meno pesante.
• Soffriamo meno di dolore muscolare, di cefalea ed emicrania.
• Ci concentriamo meglio sulle attività che dobbiamo svolgere.
• Migliora l’asse posturale e diminuisce il mal di schiena.
• Impariamo a concentrarci di più nel “ qui ed ora”!

Imparare a praticare la respirazione profonda
La respirazione profonda può aiutare a migliorare la capacità polmonare, fornendo più ossigeno al vostro corpo. Ciò rafforzerà i polmoni e purificherà le vie respiratorie. Inoltre, aumenta l’ energia e riduce lo stress.
• Sdraiatevi sulla schiena in un luogo confortevole.
• Mettete le mani sulla pancia alla base della gabbia toracica.
• Chiudete gli occhi, inspirare profondamente attraverso il naso mentre contate fino a 5.
• Trattenete il respiro per 2 secondi, poi espirate lentamente mentre contate fino a 5.
• Ripetere 9 o 10 volte per sessione.
• Fare questo esercizio di respirazione 2 o 3 volte al giorno.

Oltre a questi consigli possiamo ancora aggiungere alcuni rimedi per aiutare le funzioni respiratorie; per esempio utilizzare lo zenzero per disintossicare i polmoni. Esso contiene diversi composti chimici che aiutano la funzione dei polmoni in modo più efficace, eliminando gli inquinanti aerei prima che irritino i polmoni. Inoltre, migliora la circolazione sanguigna.
La menta piperita è un’altra buona opzione per la pulizia naturale dei polmoni; menta piperita e olio di menta piperita contengono mentolo che aiuta a rilassare la muscolatura liscia delle vie respiratorie. Questo favorisce la respirazione naturale e aiuta a ridurre i sintomi di qualsiasi congestione delle vie respiratorie superiori.

Uno studio del 2010 pubblicato sul Journal of Ethnopharmacology ha scoperto che le proprietà anti-congestizie, antispasmodiche e espettoranti dell’ olio di menta piperita hanno aiutato a rilassare la trachea, nei ratti.
• Per polmoni forti, masticare 3-5 foglie di menta piperita ogni giorno.
• Per trattare la congestione, aggiungere qualche goccia di olio di menta piperita a una pentola di acqua calda e inalare il vapore.
• Si possono anche bere 2 tazze di tè alla menta al giorno. Per fare il tè, aggiungere 1 cucchiaino di foglie di menta piperita essiccate ad una tazza di acqua calda. Coprire e lasciar riposare per 5/10 minuti.

Ma esistono anche dei rimedi erboristici già preparati, uno di essi è RESPIRO Ben , integratore alimentare a base di estratti vegetali della ditta ALCHIMIA BENOIT, azienda specializzata in formulazioni naturali.
Alcuni suoi ingredienti sono: Ribes (Ribes nigrum L.) gemme, Carpino (Carpinus betulus L.) gemme, Abete (Abies pectinata DC. Var. equi-trojani Asch. & Sint. ex Boiss) gemme, Rosa (Rosa canina L) giovani getti, Faggio (Fagus sylvatica L.) gemme.

L’esperto consiglia:
LINEA Benoit

RESPIRO Ben

BIBLIOGRAFIA
• Manuale pratico di gemmoterapia – Campanini
• Erboristeria Planetaria, proprietà curative e simbologia delle piante – Alaimo
• Salute e benessere con le piante – Bruno Brigo
• Max Tetau gemmo terapia nuovi studi clinici Ipsa Ed 1989

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.