Cosa si può fare contro lo stress?

Cosa si può fare contro lo stress?

Quando si sente la parola stress tutti o quasi pensano a fattori mentali. In verità lo stress riguarda la risposta ormonale a un fattore che minaccia la nostra sopravvivenza. Questi fattori possono essere di varia natura: caldo o freddo eccessivo (stress termico), carenza di nutrienti (stress metabolico), mancato riposo (stress biologico), problemi riscontrati nella vita (stress emotivo).

Tutti questi fattori hanno però in comune una sola cosa, quando percepiti dal nostro corpo producono una risposta ormonale adatta alla condizione specifica per favorire la nostra sopravvivenza.

Quando però si sovrappongono molteplici fattori stressanti contemporaneamente, e per un considerevole periodo, il nostro sistema endocrino si trova in difficoltà a rispondere adeguatamente.

Alti livelli di adrenalina, cortisolo e dopamina vengono seguiti da bassi livelli di tali ormoni e aumento della secrezione di quelli con funzione opposta: serotonina, melatonina e GABA.
Tali sbalzi possono creare un caos al sistema endocrino manifestandosi come ansia, depressione, sentirsi tesi oppure completamente esausti, problemi della tiroide, disturbi del sonno, perdita o diminuzione della libido e squilibri ormonali di svariata natura.

In questi casi è di vitale importanza risolvere quei fattori pro-stress che possono essere risolti con pochi accorgimenti: riposare abbastanza, bere tanta acqua, mangiare bene, colmare le carenze nutrizionali e quindi lo stress metabolico.
Questo permetterà al corpo di meglio affrontare gli stress emotivi e subire minori danni nel processo.

Ricerche hanno dimostrato che delle erbe appartenenti alla categoria degli adattogeni come: Eleuterococco e Rhodiola, unite a un adeguato apporto di calcio, magnesio e vitamina D, possono aiutare il corpo a rispondere meglio in condizioni di stress.
Vedi Vitamine Benoit

GLI ADATTOGENI

Gli adattogeni sono sostanze che permettono al corpo di contrastare gli eventi avversi sia fisici che chimici che biologici, aumentando le resistenze non specifiche e permettono all’organismo di adattarsi agli stressor ambientali”.
Gli adattogeni più efficaci sono, come dicevamo: eleuterocco, la rhodiola, il ginseng siberiano, etc.
Gli adattogeni regolarizzano l’equilibrio interno del corpo, in particolare l’equilibrio del sistema nervoso stimolandolo quando è depresso e calmandolo quando è eccitato diminuendo così le reazioni eccessive agli agenti stresso geni.
Diverse sono le piante che contengono sostanze con tali proprietà, l’utilità di questi composti consiste proprio nella loro capacità di aiutare l’organismo a combattere le situazioni di affaticamento maggiore.

Una formula con queste caratteristiche si chiama VIRIBUS Ben, della ditta ALCHIMIA BENOIT.
La formula contiene:
Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus (Rupr. et Maxim.) Maxim) radice, Damiana (Turnera diffusa Wild. ex Schult.) foglie, Sequoia (Sequoiadendron giganteum (Lindl.) J.Buchh.) giovani getti, Rhodiola (Rhodiola rosea L.) radice – e.s. tit. all’1% in rosavine, Guaranà (Paullinia cupana kunt) semi, Ginkgo (Ginkgo biloba L.) foglie, Tè verde (Camellia sinensis (L.) Kuntze) foglie; maltodestrine.

L’esperto consiglia:
LINEA Benoit

VIRIBUSBen

Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.